Comunicato

Il parroco per certificati o pratiche matrimoniali riceve:
il lunedì dalle ore 10:00 alle ore 12:00
il venerdì dalle ore 16:00 alle ore 17:30

 

Avvisi Importanti

COMUNICAZIONE

Si comunica che lunedì 29 e martedì 30 marzo alle ore 19,00 si terrà la catechesi ai genitori e padrini che intendono battezzare nel mese di aprile 

--------------------------------

Si comunica che lunedì 3 e martedì 4 maggio alle ore 19,00 si terrà la catechiesi ai genitori e padrini che intendono battezzare nel mese di maggio


 

Catechismo

Sono aperte le iscrizioni al catechismo per il primo anno e le conferme per gli anni successivi

Per l'iscrizione e riconferma rivolgersi al parroco in ufficio.

DESIGNED BY OLWEBDESIGN

Home

Benedetto XVI annuncia la sua rinuncia al ministero petrino

Creato 11 Febbraio 2013
Scritto da Super User Visite: 1764
Condividi

Benedetto XVI lascerà il pontificato il 28 febbraio. Lo ha annunciato lui stesso personalmente, in latino, durante il concistoro per la canonizzazione dei martiri di Otranto. La "ingravescentem aetatem", cioè l'età avanzata, è tra i motivi addotti dal Papa per le sue dimissioni. Il Pontefice ha spiegato di sentire il peso dell'incarico, di aver a lungo meditato su questa decisione e di averla presa per il bene della Chiesa

comments

S.E.Rev.ma Mons. Michele Pennisi è il nuovo arcivescovo di Monreale

Creato 09 Febbraio 2013
Scritto da Super User Visite: 2093
Condividi

collegati

MESSAGGIO ALLA DILETTA CHIESA DI MONREALE

 

Cari fratelli e amici,

Ho accolto la scelta del Santo Padre Benedetto XVI di nominarmi Arcivescovo della Chiesa di Dio pellegrina in Monreale, come successore di S.E. Mons. Salvatore Di Cristina, con comprensibile trepidazione perché è assai grande il sacrificio che mi è stato chiesto di lasciare la Chiesa di Piazza Armerina, che ho cercato di amare con tutto me stesso e di servire per quanto ne sono capace.

comments

Leggi tutto: S.E.Rev.ma Mons. Michele Pennisi è il nuovo...

Anno della Fede 2013 nuova evangelizzazione

Creato 26 Gennaio 2013
Scritto da Super User Visite: 1754
Condividi

 

Clicca per ingrandire il volantino

 

         

comments

Presepe Balata di Baida

Creato 21 Dicembre 2012
Scritto da don calogero governale Visite: 1826
Condividi

Avviso:

Giorno 28 dicembre la parrocchia ha organizzato la visione del presepe vivente a Balata di Baida in provincia di Trapani, chi desidera partecipare si prenoti presso la segreteria, la partenza è alle ore 15:00.

Viviamo questo momento comunitario per rafforzare le nostre relazioni e per crescere sempre fraternamente all'interno della comunità per essere sempre corpo mistico del Dio vivente. 

Il Presepe Vivente di Balata di Baida

Il presepe è ambientato in un luogo particolarmente suggestivo, un piccolo nugolo di umili case, un tradizionale baglio, primo nucleo abitato della piccola frazione, tra fichidindia, sommacchi, olivi e piante endemiche: un generico e indefinito altrove, dove si possa avere la sensazione che il tempo si sia fermato. Il visitatore è chiamato a compiere un salto indietro nel tempo, a collaborare e farsi complice di un gioco, di un viaggio che lo porterà nel mondo quotidiano del popolo contadino siciliano, alla scoperta di usi e tradizioni ormai lontane e spesso dimenticate. In tale occasione le povere case ormai da tempo abbandonate tornano a vivere, e attorno  tutto un brulicare di gente indaffarata, di suoni, colori, sapori di un tempo.

Tutti, anche e soprattutto i più piccoli, partecipano con gioia alla rappresentazione inscenando con impegno il ruolo che gli è affidato.  Le figure che popolano il presepe riproducono gli antichi mestieri della civiltà rurale in Sicilia, le attività contadine, l’artigianato locale, la vita quotidiana: il ricottaio (ricuttaru) che rimesta paziente il latte delle sue pecore nel “quararo”, il pentolone di rame, attendendo che la ricotta “acchiani” (galleggi sul siero del latte). Il contadino intanto si avvia al campo, il cernitore (cirnituri) agita il vaglio per setacciare il grano, mentre il “conza piatta e lemma” è alle prese coi cocci dei piatti da ricucire… Tutti sono all’opera: il falegname pialla le travi di legno e il fabbro “firraru” forgia gli oggetti in ferro mentre il canestriere “cannistraru” si cimenta nell’arte di intrecciare i vimini e il bottaio “vuttaru” incastra le doghe delle sue botti.

Dalla strada si sente il battere incessante del martello sul ferro caldo, lo sfrigolio del grano nel “cirnigghiu”, il crepitio dei fuochi, e di tanto in tanto il raglio dell’asino o il nitrito del cavallo… All’interno delle case vengono ricreate scene tratte dalla vita quotidiana, un ambiente familiare, con i giochi e le urla dei bambini, la massaia che fa “li maccarruna”, le tessitrici chine sui loro telai, le donne che lavorano la lana, e quelle che preparano le conserve come la “sarsa e pumaroro sicchi” …. Accanto alle figure del passato siciliano non mancano certo i personaggi tradizionali del presepe, come i pastori, e naturalmente i re magi, che portano un tocco di esotismo con lo sfarzo dei loro costumi. Non bisogna poi dimenticare gli animali, parte viva e importantissima del presepe: c'è l'ovile con le pecore, il porcile con la scrofa e i maialini, il pollaio con le galline, cani, pavoni, oche, conigli, asini, cavalli… per la gioia dei bambini!

La descrizione più bella del presepe è forse quella che il locale poeta dialettale Vito Sottile fa nella sua poesia “Lu prisepi di Balata” (2° posto Concorso di Poesia Religiosa “Carmina Deo” Buseto Palizzolo, 2002 ) che ogni anno il poeta recita ad inaugurare l’apertura del presepe:

Veni Natali, nui di sta burgata
Semu pi lu prisepi assai divota;
sta genti fa l’artista ‘mpruvvisata,
lu soccu sapi fari ddà si nota.
‘Na picciuttedda fa la so truvata
E di so nunna pigghia la so dota,
poi la quartara e puru la cannata:
pari la campagnola di ‘na vota!

Peppi fa lu scarparu, ci assimigghia,
Terina lava panni e poi li sagghia,
Francisca fa la pasta e l’assuttigghia,
Vicenza ‘mpasta pani e ligna tagghia;
Siroru porta a ‘u sceccu la canigghia,
Caloriu, lu vaccaru, latti quagghia,
‘nsumma sta genti è tutta ‘nchiffarata:
nasciu lu bammineddu a sta cuntrata!

                                         ( Vito Sottile)

comments

Catechesi al battesimo

Creato 20 Dicembre 2012
Scritto da don calogero governale Visite: 1765
Condividi

Avviso:

La catechesi ai genitori e ai padrini che intendono battezzare i loro bambini, nel mese di gennaio, è nei giorni 27 e 28 dicembre alle ore 21:00.

comments

Il nostro Parroco

Padre Calogero

Consulta "La Bibbia"

 Cerca un Santo

Santi del Giorno

Lista Siti Cattolici

Ingresso Staff

 

Cerca un Sito Cattolico

 

Contatore Utenti

Oggi217
Ieri668
Settimana3311
Mese8921
Totale357827

Il Tuo IP 3.210.184.142 Info Unknown - Unknown Sabato, 15 Maggio 2021 14:03

Chi è on line

Abbiamo 3 visitatori e nessun utente online

Orario Santa Messa

Periodo Estivo

Domenica 08,00 - 09,30 - 11,30 - 19,00
Sabato 19,00
Feriali 18,30

---------------------------------------

Dalla 3° Domenica di Settembre:

Domenica 8,30 - 10,00 - 11,30 - 18,00

da sabato 3 ottobre

Sabato 18,00

Feriali 18,00

Offerta alla parrocchia

grazie

IBAN parrocchia Maria SS. delle Grazie in Isola delle Femmine

IBAN (nuovo) 

IT54P0538743391000035301564

----------------------------------------------------------

BIC (Codice Swift) 

BPMOIT22XXX

 

 

La nostra Pagina Facebook

facebook

Il Nostro Canale YouTube

Catechesi

Catechismo

 

catechismo

 

Il catechismo dei bambini alla preparazione all'iniziazione cristiana ai sacramenti (cresima e comunione ) inizia il 4 ottobre alle ore 16 con la celebrazione della parola e il mandato ai catechisti. Per l'iscrizione ritirare il foglio nell'ufficio parrocchiale, coloro che già frequentano il catechismo , devono riconfermare l'iscrizione ritirando il modulo

 

Suore missionarie della Divina Misericordia

Cerca nella Bibbia

Il Vangelo del giorno

Liturgia di oggi

Liturgia di domani

Copyright © 2021 PARROCCHIA MARIA SS. DELLE GRAZIE - Isola delle Femmine. Template designed by olwebdesign.